Gigante di St. Moritz a Viktoria Rebensburg, a Eva-Maria Brem la coppa di specialità, a Lara Gut quella generale

Finale thrilling a St. Moritz; nel gigante di chiusura della Coppa del Mondo femminile Eva-Maria Brem scende dal primo posto della prima manche al quarto ma contiene il tentativo di rimonta in classifica di Viktoria Rebensburg per soli 2 punti.

La tedesca ha trionfato nella gara odierna con una seconda manche mostruosa e ha conquistato il 13° successo in Coppa del Mondo, l’undicesimo in gigante, il terzo stagionale, ma la coppa di specialità resta in Austria per il terzo anno consecutivo perché Brem si è rivelata una degna sostituta dell’assente Anna Fenninger. Seconda a 46 centesimi la francese Taïna Barioz, al miglior risultato della carriera, la transalpina torna sul podio a più di sei anni di distanza dal terzo posto di Lienz del 28 dicembre 2009. Terza a 75 centesimi Lara Gut, la ticinese finisce sul podio della classifica di specialità e si porta a casa la sua prima Coppa del Mondo assoluta e la riporta in Svizzera a 21 anni di distanza dal terzo e ultimo trionfo di Vreni Schneider e nel Canton Ticino a 28 anni di distanza dal secondo trionfo di Michela Figini. Quarta Brem per soli 4 centesimi davanti alla canadese Marie-Michèle Ganon, quinta. Sesta e nona le azzurre Federica BrignoneMarta Bassino.