La solita Mikaela Shiffrin: trionfa nello slalom di Levi. Male le azzurre

Comincia una nuova stagione ma la regina dello slalom è sempre lei, Mikaela Shiffrin. La 21enne statunitense ha conquistato la sua 21a vittoria in Coppa del Mondo, la 20a in slalom, tante quante Janica Kostelić, la seconda a Levi dopo quella del 2013, precedendo di 67 centesimi, un margine abbastanza ridotto per le sue abitudini, la svizzera Wendy Holdener, all’ottavo podio in Coppa del Mondo e al quinto in slalom. Terzo posto a 75 centesimi per la rivelazione della scorsa annata, la slovacca Petra Vlhová, i suoi podi sono quattro e tutti tra le porte strette. Shiffrin è al nono slalom consecutivo vinto tra quelli che ha disputato, compreso quello dei Mondiali di Vail/Beaver Creek.

Quarto posto per l’altra slovacca Veronika Zuzulová, staccata però di 1”60. Miglior risultato in carriera e prima presenza tra le top ten per la norvegese vincitrice dell’ultima Coppa Europa Maren Skjøld, quinta, e per la 18enne fenomenale svizzera Mélanie Meillard, sesta, le due ragazze raggiungono questo traguardo rispettivamente all’ottava e alla quarta gara nel Circo Rosa. Per quanto riguarda le azzurre, solo due su cinque sono arrivate al traguardo: tredicesima Manuela Moelgg e ventesima Irene Curtoni, fuori nella prima manche Chiara Costazza, l’esordiente Martina Perruchon e la rientrante Michela Azzola. Prossimo appuntamento con la Coppa del Mondo femminile di sci alpino il 26 e 27 novembre per il gigante e lo slalom di Killington, località statunitense del Vermont inedita per la Coppa.

Mattia Laudati